News
  • News

News

News

30/09/2021
Monitoraggio del punteruolo rosso (Rhynchophorus ferrugineus) nelle alberature di palme (Arecaceae) presso il Campus di Forlì

Punteruolo rosso (Rhynchophorus ferrugineus).

È un coleottero curculionide, originario dell'Asia, parassita di molte specie di palme arrivato in Europa a causa del commercio di esemplari di palma infestati dell'insetto e non riconosciuto tali. L'adulto è lungo fra i 19 ed i 45 mm, presenta una livrea di colore rosso-brunastro, con macchioline nere nella parte superiore del torace. Possiede un lungo rostro ricurvo, che nel maschio è più accentuato e ri-coperto da una fitta peluria brunastra, alla sua base sono inserite le antenne. La larghezza del corpo varia fra gli 11,5 ei 15,5 mm, le elitre presentano una fine striatura e sono di coloro più scuro rispetto al prono-to. Lo scutello è lungo circa un quarto delle elitre, piuttosto ampio.

Le sue uova sono sottili, oblunghe, di colore bianco crema, lunghe in media 2,62 x 1,12 mm, la femmina ne depone un numero variabile fra qualche decina e molte centinaia.

Le larve sono lunghe 35 – 50 mm, di colore biancastro con il capo marrone, l’apparato boccale masticatore è ben sviluppato e fortemente chitinizzato mentre il corpo bianco, composto da 13 segmenti, non è dotato di zampe.

La pupa misura in media 35 mm x 15 mm, ed è inizialmente di color bianco crema e quindi marrone negli stadi avanzati.

Gli adulti di punteruolo rosso sono attivi sia di giorno che di notte, sono abili volatori in grado di raggiungere nuovi ospiti nel raggio di 1 chilometro. La ovideposizione avviene solitamente in corrispondenza delle porzioni più giovani e tenere della pianta o in ferite del tronco o del rachide fogliare. Una femmina può deporre sino a 200 uova per volta.

Dopo la schiusa, le larve si dirigono verso l’interno della pianta, scavando gallerie grazie al robusto apparato masticatore e danneggiando soprattutto la zona del tronco immediatamente sottostante alla corona fogliare. Il periodo larvale dura in media 55 giorni.

Le larve impupano in genere alla base della pianta, formando dei bozzoli ovali di fibre di palma all’esterno del tronco. Dopo l’emergenza dalla pupa gli adulti rimangono all’interno di tali bozzoli per 4-17 giorni (media 8 giorni), raggiungendo la maturità sessuale.

Il ciclo vitale completo, dall’uovo allo sfarfallamento, dura in media 82 giorni. Gli adulti hanno una durata di vita di circa 2-3 mesi. Il punteruolo rosso delle palme è attivo tutto l’anno tranne quando le temperature sono inferiori ai 16-17°C.

L’infestazione da punteruolo rosso delle palme può essere a lungo asintomatica e manifestarsi solo in fase avanzata. I primi sintomi sono rappresentati da un anomalo portamento della chioma, che assume un caratteristico aspetto divaricato “ad ombrello aperto”.

Nei casi più gravi si arriva alla perdita completa delle foglie, per cedimento del rachide fogliare causato dalla presenza delle larve all’interno della cavità interna dello stipite e delle foglie che mina la stabilità e porto al collasso dell’approvvigionamento idrico, per cui la pianta appare come “scapitozzata”.

Nello stadio terminale dell’infestazione si produce un vero e proprio “collasso” della pianta che muore essiccata: solo a questo punto le colonie di punteruolo rosso abbandonano la pianta attaccata migrando su un nuovo esemplare.

Le piante secche o gravemente compromesse vanno abbattute seguendo un particolare processo di smaltimento per evitare la propagazione dell’infestante in altre palme.

PIANO DI MONITORAGGIO

1. Trappole per il monitoraggio e la cattura

La trappola è un dispositivo in grado di attirare e catturare insetti adulti tramite il ferormone specifico presente all’interno. Gli attrattivi sfruttano la capacità percettive degli insetti nei confronti delle sostanze chimiche volatili disorientando gli esemplari maschi per evitare la fecondazione delle femmine.

Il principio è di imitare le sostanze volatili emessi dagli insetti femmine (feromone femminile) al fine di giocare un ruolo di riconoscibilità e di attrazione sessuale sui maschi. In questo modo si evita l’accoppiamento, la riproduzione e quindi la deposizione delle uova.

La cattura avviene mediante la superficie collante presente dentro la trappola che impedisce l’allontanamento dell’insetto o con l’impiego di trappole che lo trattengono al suo interno.

Questo tipo di monitoraggio permette di valutare la presenza del parassita nelle palme oltre a valutarne il grado e lo stadio di infestazione della stessa alberatura.