News
  • News

News

News

25/10/2021
BIO-disinfestazione con il calore

Il trattamento con alte temperature è una tecnica innovativa nel settore del Pest Control che permette di eliminare insetti infestanti in maniera ecologica, atossica nei confronti di persone ed alimenti e con un ampio raggio di azione mediante l’impiego di elevate temperature.

Metodologia

L’intervento si realizza impiegando termoventilatori che vengono collocati nei locali infestati e recuperati al termine del trattamento. 

Mediante un sistema di circolazione d’aria, queste macchine riscaldano lentamente l’aria in ogni punto del locale trattato.

Durante le operazioni di bonifica, vengono installati specifici sensori (data logger) che rilevano in maniera costante i valori di temperatura all’interno delle strutture da disinfestare.

In questo modo viene garantito un controllo in tempo reale delle condizioni escludendo così danni da calore alle infrastrutture.

Tramite applicazione specifiche è possibile estrapolare grafici dai data logger sull’andamento del calore nel periodo di trattamento, in questo modo si garantisce il raggiungimento di temperature critiche per gli infestanti.

Temperature medio-alte (37-42°C) aumentano la mortalità e diminuiscono la fecondità e la fertilità. Per l’eliminazione completa degli infestanti in tutte le fasi di sviluppo è sufficiente portare la temperatura a valori tra 50-60°C per un tempo adeguato (< 1 ora), tempo varia in funzione di alcuni fattori quali temperatura esterna e il grado di isolamento dell’edificio.

Gli insetti infestanti muoiono per disidratazione e coagulazione delle sostanze proteiche, inoltre questo metodo permette di eliminare tutti gli stadi vitali degli insetti comprese le uova e le pupe diversamente da quanto succede con i prodotti insetticidi.

Il vantaggio di questo sistema è quello di poter intervenire sulle strutture senza rimuoverle, riuscendo comunque a raggiungere ogni anfratto ed ogni singola porzione comprese le parti più difficili da raggiungere con altri metodi.

 

Campi di applicazione

Questa tecnica è utilizzabile sia in ambito industriale (mulini, pastifici, depositi di derrate), sia in ambito civile (alberghi, abitazioni, cliniche, scuole, biblioteche, mezzi di trasporto e locali pubblici) è efficace contro diverse infestanti tra i quali:

  • Cimici dei letti (Cimex lectularius)

Un parassita estremamente difficile da debellare con i sistemi tradizionali e particolarmente resistente ai prodotti insetticidi. Si tratta di specie che sopravvivono a digiuno anche per molti mesi; durante il giorno di nascondono nei materassi, battiscopa e di notte escono per poi nutrirsi con il sangue di persone o animali.

  • Tarli del legno (Anobium punctatum)

I pericolosi insetti del legno xilofagi attaccano il legno (travi, travetti, parquet, mobili ecc.) e ne minano la stabilità in maniera spesso silenziosa e non visibile a occhio nudo.

  • Insetti delle derrate

Tignole (genere Ephestia, Plodia, ecc.) e Coleotteri (generi Tribolium, Lasioderma, ecc.) si nutrono di alimenti secchi (farine, cereali, frutta secca, riso, spezie, ecc.)  e possono insediarsi dentro a macchinari e magazzini alimentari.

Principali vantaggi

  • Sistema completamente atossico per alimenti e persone, che permette di riutilizzare i locali a poche ore dal termine dell’intervento
  • Sistema ecologico perché viene fatto senza l’utilizzo di sostanze chimiche
  • Adatto a combattere svariati parassiti in tutti i loro stadi di sviluppo
  • Versatile per molteplici contesti produttivi
  • Sistema privo di residui nell’ambiente e quindi adatto anche ad aziende certificate BIO
  • Nessun costo aggiuntivo per la pulizia dei locali trattati così come avviene con i tradizionali interventi insetticidi